La storia

La Scuola Civica di Musica di Besozzo viene fondata nel 1985, su progetto della

prof.ssa Isabella Pellegrini, già docente di Teoria e solfeggio al Liceo Musicale di Varese, presidente della sezione provinciale della Società Italiana per

l'Educazione Musicale e insegnante presso i Corsi Ministeriali di Formazione

Polivalente per gli insegnanti di sostegno.

 

Erano due gli obiettivi della scuola: impegnare i ragazzi in un'attività culturalmente ricca e dare un appoggio alla locale filarmonica.

La Scuola di Besozzo non volveva – e non vuole tutt’ora – essere una brutta copia del conservatorio, bensì mostrare la massima apertura a tutti coloro che, sia per talento che per passione, che per semplice curiosità, vogliono accostarsi alla musica, magari anche solo per imparare ad ascoltare con più gusto e soddisfazione.

 

Fin dal primo anno della scuola, le attività musicali si sono legate alle manifestazioni locali, quali il “Maggio d’Arte”.

 

La scuola partì nel 1985 con una ventina di allievi, e nel giro di soli tre anni il numero si quadruplicò, superando gli 80 allievi.

Non veniva frequentata solo a giovani però: oltre ai corsi per i più piccoli, ci si impegnò ad organizzare corsi di ascolto guidato per adulti – tenuti dal musicologo Fabio Sartorelli – che videro la partecipazione di ben 60 persone.

 

Sono numerose le attività che si sono susseguite negli anni: visite culturali in Italia e all’estero, saggi, concerti di allievi e docenti, masterclasses…e nel mentre crescevano gli allievi e cresceva la scuola: nel 1990 si contavano 14 classi, 15 insegnanti e 9 corsi di strumento, e 104 allievi di cui il 20% pronti per sostenere gli esami in Conservatorio.

 

Nel 1992 la scuola è sempre più conosciuta anche al di là dei confini besozzesi, la scuola ha 150 alunni, conta su 16 insegnanti.

 

Dal 1993 viene introdotto anche il corso di chitarra jazz, apprezzata non solo dai ragazzi e dai giovani che intendono fare della musica uno studio, ma anche dagli adulti semplicemente appassionati.

Nuovissimo è anche il corso di Musica d'assieme per gli strumenti a fiato e

ad arco, rivolto anche a chi non è iscritto, ma abbia desiderio di trovarsi a

suonare insieme ad altri musicisti.

 

Dal 1994 la Scuola promuove l'iniziativa che porta la “scuola nella scuola”:

i docenti della Civica presentano agli allievi delle scuole elementari gli strumenti.

 

Dal 1995 si dà inizio alla “Stagione Primaverile di Concerti

 

Dal 1998 la direzione della scuola da Isabella Pellegrini passa al Maestro – e attuale direttore – Marco Aceti.

 

Il 5 dicembre 1999 debutta in pubblico l'orchestra giovanile della Scuola

Civica di Musica di Besozzo in occasione delle celebrazioni di Santa Cecilia.

 

La nostra Scuola, oggi vicinissima allo spegnere le 30 candeline, continua  ad essere uno dei più prestigiosi centri di insegnamento musicale della nostra Provincia.

La scuola nell'inverno del 1985
La scuola nell'inverno del 1985
Direttrice Isabella Pellegrini e il Sindaco Pietro del Torchio [1986]
Direttrice Isabella Pellegrini e il Sindaco Pietro del Torchio [1986]
Prof. Fabio Sartorelli [1986]
Prof. Fabio Sartorelli [1986]
Direttrice Isabella Pellegrini durante una lezione [1987]
Direttrice Isabella Pellegrini durante una lezione [1987]
Nell'ordine: Dott. Tiziano Pedroni, prof. Alberta Cavalleri, prof. Chiara Nicora, prof. Marco Aceti, prof. Isabella Pellegrini, prof. Fabio Sartorelli, Assessore alla Cultura Angela Fiegna [1995]
Nell'ordine: Dott. Tiziano Pedroni, prof. Alberta Cavalleri, prof. Chiara Nicora, prof. Marco Aceti, prof. Isabella Pellegrini, prof. Fabio Sartorelli, Assessore alla Cultura Angela Fiegna [1995]